E se dovessi stampare?

Sono un grande sostenitore di un mondo paper free, eppure a volte non si può proprio fare a meno di stampare qualche documento a casa o in ufficio.
Affrontare questo argomento, contrariamente a quanto ci si possa aspettare, non è stato un grosso problema perché già da qualche anno ho risolto agilmente questa criticità.
A casa ho una stampante compatibile AirPrint e pertanto inviare un documento verso la stampante è semplicissimo, tutto è integrato in iOS.
Per quanto riguarda la stampa in ufficio però non posso affidarmi al protocollo AirPrint perché non abbiamo stampanti compatibili anche se tutte sono cablate su rete IP. Conoscete il detto “Esiste una App per tutto?” ecco nel mio caso l’App è Printer Pro di Readdle (è già la seconda volta che menziono questa azienda, nessuna sponsorizzazione, solo creano App funzionali e le uso con soddisfazione).
Printer Pro sostanzialmente ci offre 3 strade: stampa su PDF (ormai disponibile nativamente su iOS), stampare verso una stampante IP (PS o PCL) oppure stampare usando il proprio computer (Mac o Win) come bridge verso la stampante sia essa configurata localmente o IP, infatti può capitare che i driver generici dell’App non riescano a pilotare correttamente una stampa verso ogni tipo di stampante esistente, ad esempio, nel mio caso, in ufficio ho accesso diretto a due stampanti e solo verso una delle due riesco ad indirizzare stampe direttamente via IP, l’altra la raggiungo usando il MacPro come bridge.
Configurare la postazione fissa come bridge è molto semplice, basta scaricare un agent dal sito del produttore del software, si configura in 10 secondi ed in più offre anche la possibilità di gestire le cloud print: così si può lanciare una stampa anche se non si è direttamente connessi alla rete in cui è presente la stampante, quindi da remoto. In questo caso, oltre all’IP del computer che fa da bridge bisogna inserire nell’App iOS anche un codice di autorizzazione fornito dall’agent installato sul computer.
Molto probabilmente esistono altre App che permettono di gestire questo tipo di operazioni, ma avendo da subito risolto con questo workflow non ho mai approfondito altro.